Inedito di Teocrito Di Giorgio. Presentazione il 7 luglio 2018

La locandina realizzata per l’evento

Vede finalmente la stampa un inedito del più valido intellettuale che Avola abbia avuto,
di sicura levatura europea per le sue relazioni culturali con l’estero, ma sfortunatamente quasi sconosciuto ad Avola.
La Libreria Editrice Urso ringrazia infinitamente il figlio Enzo che a suo tempo rese disponibile la copia del manoscritto.
Altri lavori del Di Giorgio sono in stampa sempre per i tipi della Libreria Editrice Urso.

Teocrito Di Giorgio
Le manette (Dramma in tre atti) A cura di Maria Suma
Libreria Editrice Urso, Collana “Mneme” n. 51, 2018, 8°, pp. 56, € 10,00 – ISBN 978-88-6954-189-6

… Il testo ci è pervenuto attraverso una copia dattiloscritta rinvenuta tra i documenti di famiglia e curarne la pubblicazione postuma, a distanza di oltre quarant’anni dalla morte del suo autore, è per noi un onore e, soprattutto, motivo di grande commozione.
Tale sentimento nasce dal fatto di poter umilmente dare il dovuto risalto all’opera di un concittadino illustre che ha portato in alto il nome della città di Avola, in Italia e all’estero, sebbene risulti ancora poco conosciuto, proprio nel luogo natio…
Teocrito Di Giorgio nacque ad Avola il 4 agosto 1893 da Vincenzo, agiato possidente della città e da Lucietta Giaracà, figlia del noto avvocato del Foro siracusano e poeta, Cav. Emanuele Giaracà.
L’ambiente familiare di giuristi lo indusse (come già era accaduto per il fratello Antonino), ad iscriversi, nel 1912, dopo aver compiuto gli studi medi superiori presso il Liceo classico di Noto, alla Facoltà di Giurisprudenza presso la prestigiosa Università di Bologna, dove da secoli gli studenti si recavano per studiare l’utrumque ius…
… Il dramma Le manette fu completato dal Di Giorgio dopo il 1961.
L’intensa attività professionale forense e il confrontarsi quotidianamente con i temi ed i problemi della giustizia hanno indubbiamente spinto l’autore alla stesura dell’opera. In essa però il giurista abbandona le formule dell’arte oratoria e del processo, per offrire la riflessione al letterato, che la esprime ricorrendo, appunto, al genere drammatico.
La vicenda si svolge attorno al caso giudiziario di un giovane avvocato, ingiustamente condannato per un reato non commesso, che, nonostante tutto, attende con serena fiducia l’esito del processo di appello…

Dalla “INTRODUZIONE” di Maria Suma

Per sapere di più

98
Condividi

Lascia un commento