Visitare Avola

Il centro storico della città di Avola, come già scritto , ha una planimetria esagonale realizzata dall’architetto licatese Frate Angelo Italia che, dopo il crollo dell’antica Avola ubicata sugli Iblei avvenuto durante il terremoto dell’11 Gennaio 1693, disegnò una città dalla particolare forma ad esagono avente vie intersecanti tra loro. Solo due città in Sicilia hanno questa planimetria esagonale: Avola e Grammichele. Il centro di Avola è noto per i suoi numerosi “cortili”, tra cui ricordiamo il “Cortile Grande” a nord e il “Largo Belluardo” a sud, di forma triangolare, baluardi difensivi della città.
Palazzo Loreto

Il Palazzo Loreto, costruito nella prima metà del 1800 in stile neoclassico, si trova nella parte meridionale della Piazza Teatro. La facciata è caratterizzata da un portale arcuato delimitato da due pilastri che sorreggono un balcone sormontato da una trave in pietra e racchiuso da una ringhiera in ferro battuto (così come tutti gli altri balconi del palazzo). All’interno di questo palazzo vi è un cortile dentro cui si affacciano abitazioni private, ma bisogna dire che i locali inferiori del palazzo sono stati adibiti ad esercizio commerciale.

Il Palazzo Lo Rito.

Il portale del Palazzo Lo Rito.

Il Palazzo Lo Rito, in stile barocco, si trova in Via Lincoln (a pochi metri da Piazza Teatro). Questo splendido palazzo fu distrutto durante la II guerra mondiale, ma è rimasto integro lo splendido portale barocco arcuato caratterizzato da due eleganti colonne corinzie che sorreggono l’architrave in cui vi è un mascherone grottesco. All’interno vi è un piccolo cortile in cui è stato edificato un’abitazione privata in stile liberty.

ll Museo Civico.

Il Museo Civico di Avola ubicato nella parte sud di Piazza Umberto I, é un palazzo settecentesco. caratterizzato da un imponente e monumentale portale centrale sovrastato da tre grandi finestroni sormontati da timpani triangolari. A lato della facciata vi è una targa in memoria del “Milite Ignoto”. In questo museo sono conservati numerosi reperti preistorici, siculi, greci, romani, medievali e rinascimentali, provenienti da Avola Antica e dal suo circondario, di cui molti scoperti dall’archeologo Paolo Orsi.

Teatro Comunale

Il Teatro Comunale è situato nell’omonima “Piazza Teatro” è stato da poco restaurato. Costruito nell’ottocento, è attiguo al “Palazzo di Città” di Avola. La facciata è caratterizzata da tre portali arcuati in linea sovrastati da tre balconi ad arco in linea anch’essi. All’interno del teatro troviamo decorazioni murali in stile neoclassico ( o “stile impero”).

Palazzo Fardella

  La facciata del Palazzo Fardella.

 Il Palazzo Fardella, in stile tardo barocco, si trova in via linneo, La facciata presenta due portoncini posti sulla parte inferiore del palazzo () e alcuni balconi caratterizzati da timpani triangolari, inferriate ottocentesche in ferro battuto ed eleganti mensoloni di sostegno. Il portale principale del palazzo ha forma arcuata e si trova dentro un cortile delimitato da un caratteristico arco di pietra. I locali interni ospitano

Palazzo Guttadauro

La facciata del Palazzo Guttadauro
Il Palazzo Guttadauro si trova in Via Linneo, vicino alla Salone San Pietro e Paolo. Purtroppo questo palazzo è caduto in rovina. E’ un palazzo settecentesco, ha un imponente portale ad arco da dove si accede a quello che era il vecchio cortile, presentante un piccolo timpano spezzato orlato da una fine merlatura a bassorilievo. La facciata è caratterizzata da una balconata barocca con mensole raffiguranti mascheroni scolpiti a bassorilievo.

Il Palazzo Coniglio

Il Palazzo Coniglio, si trova in Via Rattazzi nei pressi della Piazza Vittorio Veneto (detta dei tre leoni), è uno splendido palazzo in Liberty forse a nostro avviso il migliore esempio del Liberty in Avola

Questo palazzo, appartenente ad una famiglia nobile avolese di origine palermitana, r la sua bella facciata caratterizzata da un ampio portale centrale decorato con fini bassorilievi. Accanto ad esso vi è una serie di finestre (alcune trasformate in saracinesche per esercizi commerciali) sormontate da raffinati timpani accartocciati decorati con ghirlande scolpite a bassorilievo

La facciata barocca del Palazzo Coniglio.
) che, seppur non possedendo grandi decorazioni scultoree, presenta una pregevole quanto preziosa inferriata in ferro battuto formata da strette maglie che formano ghirlande floreali di elevato gusto decorativo. Le entrate dei balconi sono sormontate tutte da splendidi timpani spezati decorati con ghirlande geometriche. Al centro del balcone vi è una sontuosa decorazione scolpita a bassorilievo sovrastata da un gigantesco timpano orlato con fitti ma eleganti bassorilievi. La facciata del palazzo è coronata infine da una bella trabeazione merlata al centro della quale vi è posto lo stemma araldico della famiglia nobiliare riccamente scolpito con la tecnica del bassorilievo.

L’interno del palazzo è adibito ad usi abitativi e commerciali.
Nella attigua piazza Vittorio Veneto si La Fontana dei tre Leoni.

Da poco restaurata. La si deve al Noto scultore avolese Antonino Mangiagli, realizzata nei locali della ditta Vinci , sempre ad avola.

Al Mangiagli si devono anche altre 2 fontane, la Fonte Miranda mai ultimata ubicata nella piazza Trieste all’ingresso Sud di Avola, e la Fontana delle Tartarughe.
Haimè Bellissima ma quasi completamente distrutta, questa fontana dimenticata si trova all’interno della stazione ferroviaria di Avola nella piazza Vittorio Veneto.

di fronte alla fontana dei tre leoni c’è il monumento hai Caduti della prima guerra mondiale.

Palazzo Russo

Il Palazzo Russo è situato nella parte iniziale del Corso Vittorio Emanuele (venendo dalla SS 115) a poca distanza dalla Piazza Trieste La sua facciata in stile liberty è caratterizzata dal bel portale arcuato caratterizzato da imponenti blocchi di pietra sovrapposti che danno spessore alla parte centrale della facciata; accanto ad esso vi sono delle semplici ma eleganti finestre rettangolari sormontate da travoni in pietra bianca. I balconi superiori sono racchiusi da belle ringhiere in ferro battuto se sormontati da travoni in pietra, In passato questo palazzo, dopo aver perso le sue funzioni nobiliari, venne adibito a “Cinema” che a memoria si chiamava Arena Adua.

Palazzo Lutri

Il Palazzo Lutri è uno delle più importanti residenze nobiliari avolesi Per saperne di più sul Palazzo Lutri visitate il sito www.palazzolutri.com. Esso è situato tra il lato settentrionale della Piazza Umberto I e il Corso Vittorio Emanuele, venne edificato nel 1702 da operai locali per volere della nobile famiglia Lutri, una delle più potenti e facoltose della città di Avola.

Di questo ben conservato palazzo, ancora abitato dalla Famiglia Lutri, possiamo ammirare la bella facciata barocca (posta sul Corso Vittorio Emanuele) caratterizzata da un imponente portale bugnato caratterizzato da una poderosa arcata decorata da mascheroni grotteschi scolpiti con la tecnica del bassorilievo, sovrastato da un bel balcone merlato, sormontato poi da un elegante timpano triangolare. Anche i balconi laterali presentano sobrie ma eleganti decorazioni come per esempio i timpani triangolari e semicircolari che si alternano sulle aperture corrispondenti ai balconi posti sia sul Corso Vittorio Emanuele, sia sulla Piazza Umberto I.


L’interno presenta un interessante androne che conduce al grande cortile interno utilizzato per tenere mostre e ricevimenti; qui possiamo ammirare un interessante pozzo .


l’ingresso che conduce all’interno del Palazzo Lutri

L’interno del palazzo possiede saloni decorati con stucchi e affreschi decorativi (opera del pittore Gregorio Scalia) che si dividono in “Sala Rossa”, “Sala Gialla”, “Sala Azzurra” e “Sala Rosa” per via della colorazione delle pareti. vengono utilizzati per tenervi cerimonie, ricevimenti e conferenze. Questi sono alcuni dei Palazzi e dimore storiche di Avola , per il resto vi suggeriamo di passeggiare per Avola con noi di casa della cinta a scoprire gli itinerari Storico.

127