Avola, “Città che legge”

Il Ministero per il Beni culturali ed il Turismo , il Centro per il libro e la lettura e l’Associazione nazionale dei Comuni italiani  hanno riconosciuto ad Avola, grazie all’attività svolta dalla Biblioteca comunale “Giuseppe Bianca” la qualifica di “Città che legge”.

Tale importante riconoscimento è stato attribuito solo ad altre 147 città in tutta Italia (tra i 15.000 ed i 50.000 abitanti) a dimostrazione dell’apprezzamento che anche, a livello nazionale, è stato riscontrato per quanto messo in atto nel tempo dalla Biblioteca, in sinergia con l’amministrazione, costantemente impegnata a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche di promozione della lettura. La qualifica “Città che legge” consentirà ai soli Comuni designati  di partecipare ai bandi per l’attribuzione di contributi economici, premi ed incentivi promossi dal Cepell e dal Ministero.

Tratto da SiracusaNews.it

172 Visualizzazioni
Condividi

Lascia un commento