Inizia a “svelarsi” la chiesa di Santa Venera

Proseguono i lavori di restauro e consolidamento dell’edificio, iniziati  due anni fa. Ma adesso, con lo smontaggio dei primi ponteggi, inizia a “rivelarsi” ai cittadini e, soprattutto, alla numerosa schiera di fedeli, la chiesa settecentesca che piano piano sta tornando all’antico splendore.

L’edificio è stato martoriato da diversi eventi, tra cui il terremoto dell’11 Gennaio 1848 (che provocò il collasso dell’edificio sacro la cui ristrutturazione, costosa e faticosa, fu portata a termine nel Dicembre 1852) e il terremoto del 1990. La chiesa dedicata alla Santa Patrona della città è oggetto di un profondo intervento da un milione e mezzo di euro (200 mila erogati dalla regione siciliana nell’agosto 2018)

Già liberati dai ponteggi una consistente porzione della facciata e la cupola che, impostata su tamburo ottagonale con otto costoloni conclusa dalla lanterna, é stata ricostruita nel 1962 su progetto dell’ingegnere Pietro Lojacono.

Tratto da SiracusaNews.it

125 Visualizzazioni
Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.