La differenziata “vola” al 67%: sanzioni per gli sporcaccioni

 

Un traguardo raggiunto grazie al lavoro congiunto con la Polizia Municipale, a una sempre maggiore sensibilità da parte dei cittadini e all’impegno degli operatori. Il percorso virtuoso intrapreso è ormai tracciato e i risultati ci stimolano a fare sempre di più; continuiamo, infatti,  con l’informazione in cui sono impegnati i dipendenti degli uffici comunali preposti e i ragazzi del servizio civile nazionale”. A parlare è l’assessore all’ecologia Massimo Grande in riferimento all’ultimo dato rilevato in città per la percentuale di raccolta differenziata. Ad Avola è stata, infatti, raggiunta la quota del 67,63%, la più alta mai registrata.

Un risultato che premia  il lavoro svolto d’intesa tra la Giunta Cannata, la Dusty e la Polizia Municipale (impegnata quest’ultima al controllo capillare del territorio) ma soprattutto dà atto dell’interesse crescente dei cittadini sulle tematiche ambientali e di riduzione dei rifiuti. Continua, inoltre, la campagna informativa sul riciclo a cura dei volontari del servizio civile nazionale. I ragazzi di “Evergreen”, infatti, sono impegnati nei quartieri e nei mercati cittadini a diffondere notizie e “buone pratiche” per il corretto conferimento dei rifiuti sia per il servizio “porta a porta” sia per l’utilizzo del centro comunale di raccolta.  A tutto ciò si aggiunge la repressione dei comportamenti incivili, grazie  al controllo del territorio svolto dalla Polizia Municipale.

Sono già 64, infatti, dall’inizio di gennaio le sanzioni elevate per chi è stato colto a violare il regolamento di Polizia Urbana.

Tratto da SiracusaNews.it

64 Visualizzazioni
Condividi

Lascia un commento