Presa di posizione della Diocesi di Noto contro don Minutella

Si fa divieto ai fedeli cattolici della Diocesi di Noto di prendere parte, a qualunque titolo, a pretesi atti di culto cattolico, a preghiere e catechesi e insegnamenti posti dal sacerdote Alessandro Maria Minutella”. Sono le parole contenute in un decreto emesso dalla Diocesi di Noto in relazione a fatti accaduti pochi giorni fa ad Avola.

Alessandro Maria Minutella, sacerdote palermitano scomunicato “latae sententiae” per il delitto di eresia e per il delitto di scisma (come previsto dalla Legge canonica già dal mese di novembre 2018), davanti a un gruppo di fedeli, in contrada Mammanelli, avrebbe espresso considerazioni personali “sulle presunte e mai riconosciute dall’autorità ecclesiastica apparizioni della Madonna denominata del Pino e su messaggi e rivelazioni che la Vergine Maria avrebbe concesso al signor Giuseppe Auricchia, sedicente veggente, ormai defunto” come si legge nel decreto a firma del vicario generale Mons. Giurdanella.

Non solo: il sacerdote avrebbe guidato la preghiera del Santo Rosario alla presenza dei fedeli intervenuti. Fatti ritenuti gravissimi dall’autorità ecclesiastica che ha, dunque, deciso di intervenire. “Si precisa che i fedeli che non osserveranno le disposizioni del presente decreto e presenzieranno agli atti di culto del detto Sacerdote, incorreranno anch’essi nella scomunica latae sententiae”, conclude Mons Giurdanella

Tratto da SiracusaNews.it

768 Visualizzazioni
Condividi

Un commento

  • Non è facile, è una questione sicuramente complessa!
    Ma non sono d’accordo su quest’efficientissima opposizione della Diocesi!
    Preferirei che medesime decisioni venissero proclamate su tante questioni gravi del nostro tempo, in cui non troviamo più nessuno che se ne occupi…!
    Sulle faccende di questo tipo, su apparizioni o no, che travalicano sicuramente il senso comune, sarebbe prudente il silenzio, così com’è stato fino ad oggi per tanti anni su questa faccenda.
    Come don Tonino Bello vedo la Madonna in ogni donna che passa, che guida una macchina, che parcheggia con difficoltà, che accompagna amorevolmente i figli a scuola, che soffre per il destino incerto di figli quarantenni, che va dalla parrucchiera per nascondere qualche pelo bianco nei capelli, che va a messa, che cade in mille difficoltà della quotidianità, o che vola in creatività o sogni. O che scriva versi stupendi…
    E, probabilmente, la Madonna è ovunque e in ogni luogo…
    E, detto da me, è probabile che sia vero…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.