Una casa protetta per tutte le vittime di genere

 

Una casa protetta per tutte le vittime di genere. Questo il progetto del sindaco di Avola Luca Cannata e della Ingo Bon’t Worry per la creazione del primo villaggio: “Il Sogno”. Un progetto che include non solo la protezione e lo spazio per chi ricerca rifugio dalla violenza, ma che nella parte esterna darà spazio a stand commerciali con accesso al pubblico.

La conferenza stampa di presentazione sarà il 16 marzo alle 11 al Palazzo di Città e parteciperanno, oltre al sindaco, anche la vice presidente della commissione Antimafia della Regione Siciliana Rossana Cannata e per Bon’t worry il giornalista e scrittore nonché testimonial Antonio Lubrano, il presidente Bo Guerreschi, il consigliere Giovanni Pastore, la segretaria del direttivo Asia Guerreschi, la responsabile del dipartimento Psicologi Italia Ivana La Bianca, la responsabile amministrativa Marta Schimizzi e del dipartimento legale Francesco Piccirillo e Matilde Pontillo, l’autore del disegno del villaggio membro Bon’t worry Adriano Dragone, per Digital Italia Giorgio Chiappa e il Cio Davide Pedretti Biagioni e per PagineWeb e J@M Srl Raoul Bambini e Alessandro Baretta.

Tratto da SiracusaNews.it

116 Visualizzazioni
Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.